Xi Jinping parla al CIIE: un messaggio per le aziende internazionali

 

Lo scorso 5 novembre è stata inaugurata a Shanghai la terza edizione del China International Import Expo (CIIE), la fiera delle importazioni organizzata congiuntamente dal Ministero del Commercio e dalla Municipalità di Shanghai. Secondo i dati ufficiali forniti dal CIIE, oltre 2700 espositori e 400.000 buyers partecipano all’edizione 2020 della fiera. Organizzata per la prima volta nel 2018, su volontà del presidente Xi Jinping, la manifestazione vuole essere un simbolo dell’impegno cinese per la globalizzazione economica. Il CIIE si va quindi ad affiancare alla Fiera di Canton, attiva sin dal 1957 nella categoria export, per rappresentare una Cina aperta agli scambi commerciali internazionali.

Il presidente Xi Jinping ha inviato un videomessaggio ai partecipanti di questa edizione sottolineando la volontà del paese di continuare ad aprirsi al commercio globale, attraverso un crescente volume di importazioni e l’autorizzazione agli investimenti internazionali in nuovi settori quali l’economia digitale. Quello al CIIE è il primo intervento di Xi dopo il quinto plenum del 19° Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese, durante il quale è stato consolidato il concetto della “dual circulation strategy” ossia di un nuovo corso della politica economica cinese, in cui il mercato domestico sarà rinforzato e portato a pari livello del mercato internazionale. Xi Jinping nel suo intervento al CIIE ha sottolineato come la “dual circulation strategy” costituirà un’opportunità per i vendors internazionali. Xi ha, poi, posto l’accento sulla vastità del mercato domestico che include 1.4 miliardi di potenziali consumatori, di cui 400 milioni appartenenti alla classe media. Secondo i dati presentati da Xi, il paese importerà merci per un valore totale di $22 bilioni nel corso dei prossimi 10 anni.

 

L’Italia sarà presente alla terza edizione del CIIE attraverso due padiglioni dedicati a 13 aziende del settore gioielleria rappresentate da Federorafi ed 11 aziende del settore sanitario, tra cui Chiesi Farmaceutici e Dedalus Italia. Lo spazio espositivo ospiterà anche un padiglione riservato all’eredità culturale del nostro paese ed in particolare alla valorizzazione dei siti UNESCO. Tra le imprese italiane partecipanti citiamo anche Ferrero, che presenterà otto nuovi prodotti pensati per i consumatori locali e Genagricola S.p.A., la quale proporrà ai compratori cinesi circa 100 vini italiani ancora assenti dal mercato del dragone. Anche Icona Group, azienda di design internazionale con sede a Torino, presenzia al CIIE, presentando due modelli di auto senza conducenti e una soluzione di mobilità pensata per i giovani, altamente integrata con lo smartphone.

In parallelo al CIIE, si è celebrato anche il 50° anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Cina. I due capi di stato, Sergio Mattarella e Xi Jinping, durante un colloquio telefonico, hanno auspicato un rafforzamento delle relazioni italo-cinesi, da un punto di vista, sia diplomatico, sia commerciale. Seguendo il trend di popolarità dei Key Opinion Leaders (KOLs) per il pubblico cinese, per festeggiare questa ricorrenza, la camera di commercio Italia-Cina di Shanghai ha organizzato una diretta streaming per pubblicizzare prodotti italiani su Tmall, a cui hanno preso parte l’influencer Li Jiaqi e il presentatore Kang Hui. Il nostro paese, secondo sua Eccellenza l’Ambasciatore d’Italia in Cina dott. Luca Ferrari, grazie al rafforzamento dei consumi interni, godrà di una posizione di particolare rilievo. Inoltre, le importazioni di eccellenza italiane in Cina saranno facilitate dall’e-commerce cross border, definito da Xi Jinping stesso come una modalità di import che la Cina intende incoraggiare.

Italian Lifestyle, grazie alla sua specifica competenza del complesso ecosistema digitale cinese e l’expertise del suo team cross-culturale, propone degli strumenti di supporto personalizzato per l’ingresso e il consolidamento delle aziende italiane sul mercato cinese. Attraverso KOLs, strumenti di e-commerce cross border e l’utilizzo della piattaforma WeChat, gli esportatori italiani potranno così accedere al vasto pubblico cinese citato dal presidente Xi.

 

FONTI:

https://www.globaltimes.cn/content/1205580.shtml

https://thediplomat.com/2018/02/the-significance-of-chinas-international-import-expo/

https://www.ciie.org/zbh/en/news/highlights/20201104/23792.html

https://www.caixinglobal.com/2020-11-05/xi-jinping-says-imports-will-grow-over-the-next-decade-101623577.html

https://www.ciie.org/zbh/en/news/exhibition/News/20201104/23767.html

http://italian.cri.cn/notizie/cina/3204/20201107/574163.html