Capodanno cinese: la stagione d’oro per il turismo outbound

L’Italia è stata la 12° destinazione più visitata dai turisti cinesi durante il Capodanno cinese 2019. Come migliorare l’attrattività della destinazione Italia durante queste festività?

Turismo durante il Capodanno cinese

Il Capodanno cinese, di cui abbiamo parlato dal punto di vista storico e culturale in questo articolo, è anche conosciuto come un periodo di migrazione, in cui centinaia di milioni di migranti tornano nella località d’origine per trascorrere la festività insieme alla famiglia. In parallelo a questo tipo di spostamenti, negli ultimi anni, il Capodanno si è rivelato un momento di grande fermento per il settore turistico. Volendo quantificare, si pensi che, durante il capodanno cinese nel 2019, circa 415 milioni di persone hanno viaggiato, preferendo mete nazionali o internazionali, invece che fare visita ai familiari nella propria città natale. Secondo la China National Tourism Administration, durante questo periodo di festività, solitamente corrispondente a 7 giorni di vacanza per dipendenti pubblici e privati, i viaggi outbound durante il Capodanno cinese del 2019 sono stati 6.5 milioni nel 2018, e circa 7 milioni nel 2019. Il numero di viaggi all’estero, a prima lettura poco significativo rispetto al totale degli spostamenti interni, è da valutare in relazione alla breve durata del periodo di ferie, che, rende più difficili spostamenti molto lunghi.

Dove si dirigono i turisti cinesi che scelgono viaggi outbound?

I dati di Ctrip, i dati relativi al Capodanno 2019, rivelano che il 65% dei turisti outbound durante il Capodanno 2019 ha preferito viaggiare verso paesi del continente asiatico, nel Sud-est asiatico e in Giappone. Tra le 10 destinazioni che hanno ricevuto più prenotazioni nel 2019, 9 si trovano in Asia, e solo una, gli Stati Uniti, tra le mete privilegiate della diaspora cinese, fuori dal continente. Se è vero che il poco tempo induce a scegliere mete vicine dal punto di vista geografico, è altrettanto vero che, nel 2018, Spagna e Italia sono rientrate nelle prime 10 destinazioni per numero di viaggi dalla Cina durante il Capodanno. La classifica per l’anno 2019 ha visto il nostro paese al 12° posto, subito dietro alla Spagna. Questo dato ci fa riflettere sulle potenzialità e la percezione del nostro paese, considerato una meta di rilievo, anche se lontana e non priva di ostacoli linguistici e logistici per il pubblico cinese. L’interesse nei confronti della penisola è vivo, e può essere capitalizzato predisponendo azioni mirate in vista di periodi ad alto flusso come il Capodanno.

Quali sono le modalità di viaggio preferite?

Il 50% dei turisti cinesi che hanno scelto mete internazionali per il Capodanno 2019, ha optato per un viaggio in gruppo, e il rimanente 50% per un viaggio indipendente. I viaggi personalizzati in piccoli gruppi hanno subito un aumento delle prenotazioni pari al 100% YOY, specialmente nel segmento turismo familiare. I viaggi indipendenti sono stati particolarmente apprezzati dai giovani cinesi, in particolare dai millennials, che per l’80% dei casi hanno scelto un viaggio esperienziale, prenotando attraverso piattaforme di viaggio integrate. La popolarità tra i millennials cinesi di soluzioni di viaggio più autentiche e personalizzate nasce dal suo posizionamento nella experience economy, per cui, attraverso il pernotto e soprattutto le attività come tour in bicicletta e lezioni di cucina, si può entrare a contatto con la popolazione locale creando un ricordo indelebile. Il desiderio dei giovani turisti cinesi di conoscere, esplorare e toccare con mano lo stile di vita tipico del paese ospitante è una leva che merita di essere utilizzata per valorizzare le mete del nostro paese finora trascurate, o visitate frettolosamente. 

Capodanno cinese 2021: limitati i viaggi

Cosa succederà durante il Capodanno 2021?

Se nel 2020 i viaggi domestici e outbound sono stati drasticamente ridotti a causa dei primi cluster di Coronavirus, per il 2021 lo scenario si prospetta molto simile.  La maggior parte dei cinesi non ha intenzione di viaggiare durante il Capodanno 2021, nel rispetto dell’invito delle autorità a ridurre gli spostamenti. In alcune province, come Guangdong e Zhejiang, l’invito è stato commutato in incentivo economico erogato sotto forma di voucher per fare shopping, acquistare biglietti del cinema e ricevere sconti sulle tariffe del trasporto pubblico locale.Gli incentivi per limitare i viaggi durante il Capodanno cinese e, prevenire la diffusione virale, a seguito dei nuovi focolai rilevati nella provincia dell’Hebei, nella Cina nord-orientale, trasformeranno la stagione di viaggio per eccellenza nel calendario cinese in una staycation, almeno per quest’anno.

Comprese le potenzialità che questa festività offre dal punto di vista turistico, è necessario pensare a strategie specifiche, costruite sulle abitudini di viaggio post-Covid, che possano attrarre i turisti cinesi, in particolar modo i giovani, verso il nostro paese. Come emerge dai dati sopracitati, l’Italia è una meta apprezzata, conosciuta e di interesse, per le vacanze legate al Capodanno cinese. L’ultimo miglio, lo sforzo comune tra pubblico e privato sarà quello di valorizzare le nostre destinazioni proponendole al pubblico cinese attraverso uno storytelling ad hoc e soluzioni digitali pensate per facilitare l’intera esperienza di viaggio.

 

Il progetto Vento d’Italia (意风) sta affrontando, con una progettazione specifica e attraverso soluzioni digitali concrete queste tematiche, in concerto con le città italiane più all’avanguardia per l’accoglienza e l’attrazione dei turisti cinesi. Il nostro team italo-cinese è aperto a confronti con enti territoriali e con operatori interessati a comprendere meglio le opportunità offerte dal turismo cinese, il primo segmento per cui si prevede la ripartenza post pandemica.